montagne russeKay Redfield Jamison, una psichiatra statunitense considerata tra i maggiori esperti mondiali di disturbi bipolari, così descrive questa patologia di cui lei stessa soffre:

“…distorce gli stati d’animo e le idee, induce comportamenti terribili, distrugge le basi del pensiero razionale e troppo spesso mina il desiderio e la volontà di vivere. E’ una malattia di origine biologica, ma i suoi effetti si manifestano a livello psicologico; è una malattia unica nel suo genere per i vantaggi e il piacere che dà, ma nella sua scia porta una sofferenza quasi intollerabile…” (da “Una mente inquieta” di Kay Redfield Jamison, Longanesi Editore).

Questa testimonianza chiarisce perfettamente e con poche parole cosa è il disturbo bipolare e quali sono le sue conseguenze, sottolineando giustamente che le cause sono da ricercare nel funzionamento del cervello. Ma come molte ricerche hanno dimostrato, e la mia esperienza clinica me lo conferma quotidianamente, oggi sappiamo che il funzionamento del nostro cervello può essere influenzato dall’ambiente in cui viviamo, dallo stile di vita e dalla capacità di fare fronte in maniera positiva agli eventi stressanti.

Questa presentazione aiuta chi soffre di disturbo bipolare e chi gli è accanto a conoscere quali sono i comportamenti più utili per mantenere “in equilibrio” l’umore e facilitare così il compito delle terapie, farmacologiche e psicologiche, nel prevenire le ricadute.